Translate

Pure Skin Food - maschera + scrub Renewing Review

Ciao a tutti, ragazzi, e bentornati sul blog!

Oggi vi voglio parlare di uno step che personalmente amo molto della mia skincare, ovvero il momento in cui coccolo la mia pelle con una maschera. Fino a un po' di mesi fa, mi divertivo a crearne di mie, mescolando vari ingredienti, neanche fossi un piccolo chimico. Ultimamente, per mancanza di tempo, ho deciso di affidarmi a quelle già pronte o che fossero ben studiate per obiettivi specifici. Ecco perché vi voglio parlare di una piacevole scoperta, la maschera viso e pelling due in uno di Pure Skin Food.




Pure Skin Food è un'azienda tedesca che ha come obiettivo quello della qualità e della sostenibilità. Non solo utilizzano prodotti al 100% biologici certificati Austria Bio Garanted e vegani, ma hanno anche un occhio di riguardo per il pack dei prodotti stessi. Abbiamo infatti contenitori di vetro riciclabili e riutilzzabili; etichette realizzate con materiali degradabili; le scatole in cui i prodotti vengono riposti per la spedizione sono di cartone reciclato e per la spedizione, l'azienda utilizza un trasporto a basso impatto ambientale.

Bando alle chiacchiere e parliamo di questo prodotto.

Online viene chiamata Renewing Plant Seed Peeling, ma in italiano sarebbe una maschera peeling dall'azione due in uno. Perfetta quindi per le pelli mature, ma anche per pelli con esigenze di prevenzione e di purificazione. Perchè due in uno? Al suo interno ha dei semi di rosa canina e melograno che hanno la funzione di esfoliare la pelle, come uno scrub.

Oso dire che è una maschera per tutti i tipi di pelle, perché contiene ingredienti che, bene o male, servono sempre per nutrire a fondo la pelle.


Vediamo l'INCI

Lepidium Meyenii Root Powder* (Macapulver), Ceratonia Siliqua Fruit Powder* (Carobpulver), Hibiscus Sabdariffa Flower Powder* (Hibiskusblütenpulver, Prunus Amygdalus Dulcis Seed Extract* (Mandelpulver), Punica Granatum Seed Powder* (gemahlene Granatapfelsamen), Rosa Canina Seed* (Wildrosensamen), Adansonia Digitata Fruit Powder* (Baobabfruchtpulver).
Senza troppi giri di parole, si notano subito ai primi posti ingredienti molto "pregiati" e inseriti spessissimo in trattamenti di bellezza anche non bio. L'unica differenza è che in questi ultimi le posizioni di questi ingredienti sono pochissime volte in posizioni così alte. Per chi si stesse affacciando da poco alla lettura dell'INCI, più un ingrediente è in pole position, più la quantità impiegata nel prodotto è elevata.

PRINCIPI ATTIVI

Come citato prima, dall'INCI vediamo che sono presenti ingredienti come:
  • Estratto di MACA - la pianta della Maca appartiene alla famiglia delle Brassicaceae, e il suo nome botanico è Lepidium Meyenii ed ha una storia particolare, tanto da essere considerata dagli Inca "pianta degli Dei", per le proprietà che donava. La ricchezza di aminoacidi la rende ottima per rigenerare la pelle.
  • Ibisco - le alte concentrazioni di vitamina C contenuta ha poteri antiossidanti, mentre i flavonoidi aiutano contro la fragilità capillare o couperose. Dona il colore rosso tipico di questo prodotto.
  • Semi di rosa canina e melograno - per un effetto esfoliante delicato.

SCHEDA PRODOTTO

FORMATO: 60 ml
PAO: 3 mesi dall'apertura
PREZZO: sul sito ufficiale 17,90 E, ma è da controllare su altri e-shop.
REPERIBILITA': Ecco Verde e sito ufficiale Pure Skin Food

PACK e PRODOTTO

La maschera si presenta in un contenitore di vetro (adatto anche alla conservazione di queste tipologie di prodotto) come polvere rossastra da un profumo particolare ma per nulla invasivo o fastidioso. Non sono forniti applicatori o piccole spatole per l'applicazione.



COME UTILIZZARLA

Ho provato ad utilizzarla da sola e combinata ad altri ingredienti. La comodità di queste maschere in polvere è proprio quella di poterla combinare con altri prodotti per potenziarla secondo le proprie esigenze. 

DA SOLA

Le quantità da utilizzare in questa situazione sono maggiori, indicativamente due cucchiaini pieni mi permettevano di fare il viso e il collo. La mischiavo con l'idrolato di Elicriso de La Saponaria, ma si può utilizzare qualunque cosa voi abbiate: acqua distillata, acqua termale, infusi, etc. Creavo una pastella che non scivolasse con facilità dal cucchiaino, perché non fosse troppo liquida.

Una volta applicata, la lasciavo agire una ventina di muniti e poi la eliminavo con acqua tiepida, perché si solidificava un pochino e non veniva via facilmente. Non seccava come un argilla, infatti non ho avuto bisogno di idratarla.

Mentre la eliminavo, facevo movimenti circolari per permettere ai semi di rosa e melograno di agire come scrub. La prima volta sono andata un po' troppo energicamente e mi sono ritrovata la zona delle guance e fronte arrossata. Con il senno di poi, ho applicato meno energia nei movimenti e tutto è filato liscio.

Un post condiviso da 🌹 Giulia 🌹 (@makeupbygiuls) in data:

COMBINATA

Per questa applicazione, la quantità della maschera da utilizzare è minore (io utilizzavo circa un cucchiaino abbondante), quindi vi dura qualche applicazione in più. Il PAO comunque è di 3 mesi, quindi non dovrete essere parsimoniose a lungo, ma quella di combinarla con altri ingredienti può essere un'ottima strategia. 

Oltre all'idrolato di Elicriso, a seconda di quello che sentivo la mia pelle aveva bisogno, mettevo miele, argilla, olio essenziale di lavanda, tocoferolo acetato, acido ialuronico...insomma, è possibile anche qui giocare molto con gli ingredienti. 

Una combinazione che vi consiglio è miele e argilla: con tre ingredienti, avrete un'azione rigenerante, emolliente e purificante. La presenza del miele poi non farà seccare l'argilla (come solitamente accade) e potrete rilassarvi senza dover sempre idratare.

Terminato il tempo di posa, anche qui di 15 min, max 20, la eliminavo con acqua tiepida. E' stato molto semplice in questo caso toglierla, perché gli ingredienti che mettevo non permettevano molto che il composto solidificasse.

COSA NE PENSO

Utilizzata con costanza, circa due volte a settimana, ho notato come la grana della pelle fosse più sottile, l'incarnato uniforme e le impurità diminuite. Ho adorato il fatto che fosse una maschera + scub, perchè al termine della posa, potevo esfoliare la pelle e sentirla molto più liscia. La combinazione di queste due caratteristiche favorisce anche la penetrazione di tutti i trattamenti successivi (siero, crema, etc.). La usavo principalmente la sera proprio perché applicavo creme nutrienti e sieri che alla mattina mi facevano vedere una pelle molto più luminosa e compatta.

Ve la consiglio, se foste alla ricerca di una maschera valida che potete utilizzare in molteplici modi, ma vi consiglio di combinarla, perché da sola la trovo più difficile da gestire nella rimozione, oltre al fatto che da sola finisce molto più in fretta.

Voi conoscete questa marca? 







Nessun commento