Anteprima mostra Merilyn Monroe - La donna oltre il mito

Oggi Marilyn Monroe avrebbe compiuto 90 anni. Fondazione Torino Musei le dedica una fantastica mostra a Palazzo Madama, che documenta la vita della celebre attrice. 

Scopriamola insieme!
USA. New York. US Actress Marilyn Monroe. 1956.
@ Eliott Erwitt/Magnum Photos/Contrasto

Ciò che prima di tutto voglio farvi notare, ed è uno dei motivi per cui vi consiglio caldamente di andare a vedere questa mostra, è il modo in cui è stato deciso di celebrare Marilyn. Il titolo della mostra lo sottolinea bene: "La donna oltre il mito". Prima di tutto si vuole far conoscere una ragazza, poi donna, con tutte le sue fragilità e insicurezze, senza soffermarsi puramente al carattere celebrativo e ovattante del mondo dello spettacolo, di cui ha fatto parte. 

Vengono mostrati aspetti della sua vita in una visione insolita e intima nello stesso tempo: vedrete non solo l’immagine dell’attrice di successo e di un'icona glamour, ma anche il suo lato privato, il mondo interiore, in cui lei spesso si rifugiava, sola e fragile. 

La mostra ripercorre cronologicamente il backstage della vita della donna


Si parte quindi dagli effetti personali di Norma Jeane Baker (questo era il suo vero nome), tra cui troviamo addirittura una tazzina..



...per poi arrivare agli esordi e ai primi abiti di scena.




Norma Jeane Baker era determinata ad avere successo e a fare carriera con impegno e forza di volontà. Tutto è incominciato per caso, quando una famosa agenzia di allora la notò ancora con i capelli scuri: la trasformarono poi in quella che sarebbe sempre rimasta Marylin Monroe.




Contro tutti quelli che la volevano a casa, come casalinga a svolgere i lavori che si "addicevano alle donne", Marilyn riuscì a farsi strada, in un mondo dominato dagli uomini sia in ambito sociale che in quello del cinema negli anni Cinquanta.


Lei stessa diceva: 
"Non mi importa di vivere in un mondo di uomini, fintanto che posso esserci anch'io come donna."
E di sicuro non si è mai lasciata convincere a lasciare la sua carriera, spinta da una forte passione per la recitazione. Affermava:

"Non desidero niente altro. Uomini, denaro, amore, ma solo il talento per recitare.“
Ed è la cosa migliore che avesse potuto fare: divenne la più amata, per la sua dolcezza e sensualità...contratti su contratti, che la portarono ad essere conosciuta in tutto il mondo. 

Vi ricorda qualcosa questo abito? 

Se avete risposto di sì, ecco la prova della sua straordinaria celebrità.


Come donna, Marilyn curò nei minimi dettagli la sua immagine: dal trucco ai capelli, e ancora l’uso del suo corpo. La vedevamo sempre splendida, ma non mancano occasioni in cui anche con un dolcevita e pantaloni sapeva "bucare lo schermo". 




Marilyn Monroe’s turtleneck sweater and checkered capri pants, including frame photo print from Alfred Eisenstedt
Collection Stampfer. Image collage: Copyrights Ted Stampfer


Original makeup supplies from Marilyn Monroe’s estate, Collection Stampfer, Photo + Copyrights: Ted Stampfer

Original hair roller with enlarged blonde hair from Marilyn Monroe’s estate, Collection Stampfer
Image collage: Copyrights Ted Stampfer
Original hair rollers with utensils from Marilyn Monroe’s estate, Collection Stampfer
Photo + Copyrights: Ted Stampfer



Questo e tanto altro vedrete nella mostra: posso mica spoilerarvi tutto in questo post, ahah!
Ad accompagnare il tutto troverete anche filmini, documentari proiettati a parete e, come colonna sonora, la voce della fantastica Norma Jeane.

Ospite d'eccezione: Andy Warhol e il suo quadro "Four Marilyns"



Quello che posso dirvi è di cogliere l'occasione: andrete a visitare una mostra che merita tanto, soprattutto perché non si percepisce il carattere celebrativo. Non si va lì per l'ennesima mostra in cui si parla del MITO, si va a parlare di Norma Jeane Baker: una DONNA, prima di tutto il resto.

Potrete avere occasione di visitarla dal 1° Giugno al 19 Settembre 2016.


Aspettate, non è di certo finita qui. Dietro a questa mostra c'è anche una raccolta fondi. 

Sileno Cheloni, mastro profumiere di AQUAFLOR, bottega artigiana fiorentina, ha dato vita al profumo MM , essenza dedicata alla mostra e che sentirete in tutta la sua dolcezza anche visitandola. Ebbene sì, tutto è stato creato ad hoc per far conoscere questa essenza, che non è per nulla fastidiosa (ve lo dice una che con i profumi ha un bruttissimo rapporto).

PIRAMIDE OLFATTIVA

TESTA: accordo aldeidico floreale con note di rosa, gelsonimo e frangipane
CUORE: iris fiorentino, vaniglia del madagascar
FONDO: boisé con note di sandalo di Mysore in accordo con muschio bianco



Con una donazione, a partire dai 3 Euro, potrete contribuire a raggiungere il goal di 20.000 euro da destinare all'acquisto di beni e servizi di accoglienza, didattica e comunicazione. Con la donazione riceverete anche un dolce ricordo della mostra. 

Donando 3 euro riceverete una saponetta dalla fragranza MM



Donando 10 euro, un sapone lingotto sempre con fragranza MM



Donando 55 euro, un'acqua idratante *.*



Donando 120 euro, il fantastico profumo MM.


Che ne dite, andrete a visitarla? 

PS: per tutti gli appassionati che non riusciranno a visitare la mostra, o per coloro che vogliono un prodotto speciale, un premio originale nella special box sarà disponibile SOLO sul sito www.mmparfum.it

Follow

Nessun commento